Pista sciistica sui Monti dei Giganti

Pista sciistica sui Monti dei Giganti
9. 5. 2013

L’arteria sciistica principale dei Monti dei Giganti, sul tetto della Boemia

Ad una prima occhiata potrebbe sembrare che le più alte montagne ceche siano soprattutto il regno dei discesisti, questo è un luogo unico in Europa, tanto da essere diventato una vera e propria leggenda. Se siete, però, appassionati di sci da fondo, agganciatevi gli sci ed affrontate l’arteria principale dei Monti dei Giganti, per conoscere i luoghi più belli di queste montagne, con molte soste, emozioni culinarie e panorami che vi rimarranno a lungo impressi nella memoria.

Novanta chilometri di pista perfettamente tracciata e segnata, che attraversa crinali, vallate, cime di montagna e selle. Questo è l’arteria sciistica principale dei Monti dei Giganti, che inizia ad Harrachov e porta fino a Žacléř. E’ facile da riconoscere. Tutto il suo percorso è segnalato dagli inconfondibili rombi bianco-rossi, con raffigurato uno sciatore. Nei centri di montagna poi, per facilitarvi l’orientamento, si trovano trenta mappe panoramiche di grandi dimensioni. Portare a termine il percorso può richiedere due giorni, ma, di solito, i visitatori dei Monti dei Giganti la affrontano solo parzialmente.

Cascate, vedute e pianure infinite

Innanzitutto controllate le dotazioni consigliate dalle Guide montane, ovvero un vestito di ricambio, una mappa, sciolina e cellulare, poi basta sciolinare gli sci e siete in grado di partire. L’avventura inizia ad Harrachov, alla stazione degli autobus, dalla quale salirete poi lungo la romantica vallata del fiume Mumlava, con le sua splendide cascate, per poi arrivare al rifugio Vosecká. La pista continua fino all’incrocio “U Čtyř Pánů” (ai Quattro Signori) sul Colle d’Oro (Zlaté návrší) fino al Rifugio Vratová, il più alto, ad un’altezza di 1.400 m s.l.m. Lungo questa autostrada montana innevata,la pista vi porterà fino ad Horní Mísečky.

Assaggiate il meglio dei Monti dei Giganti!

Da Horní Mísečky, lungo il crinale chiamato Medvědín (luogo dell’orso), potete tranquillamente scivolare fino a Špindlerův Mlýn. La lunga pista sciistica procede da qui, attraversando Kopřivník fino a Černá hora. Cosa mai, però, sarebbe una gita senza premi? Fermatevi un attimo lungo la strada al rifugio Na Rozcestí e riscaldatevi con la specialità dei Monti dei Giganti, chiamata Kyselo (zuppa acida) o assaggiate il piatto chiamato Kuba, i canederli allo speck o le focacce della casa, il cui profumo si sente sin da valle. Dopo un bel ristoro potete riprendere la strada attraversando la Montagna delle volpi (Liščí hora), che offre un impareggiabile panorama sulla Sněžka e sulle cime sotto di voi. L’arteria principale vi accompagnerà poi a fianco dei rifugi Hrnčířská e Javorská fino a Pec pod Sněžkou. Nel caso vogliate continuare, potete affrontare la salita, di circa cinque chilometri, al rifugio Jana e poi, da qui, fino a Malá Úpa. Una piacevole discesa vi farà passare a fianco del rifugio Lisečinská, per arrivare a Horní Albeřice, dove metterete nuovamente alla prova la vostra condizione fisica con la salita di cinque chilometri fino al rifugio di Rýchory. Da Rýchory raggiungete facilmente Žacléř, dove terminano la pista e l’intera arteria.

550 chilometri di piste nel cuore del Parco Nazionale

L’arteria principale dei Monti dei Giganti non è l’unica pista in grado di regalarvi le emozioni dello sci da fondo. In queste montagne potete trovare circa 550 km di piste tracciate. Tra le preferite, ci sono quella nei dintorni di Benecko, il complesso sciistico Hraběnka ad Jilemnice, o quelle dei dintorni di Rokytnice nad Jizerou o delle Terme di Janské Lázně. Basta scegliere!

I vostri preferiti