Alberghi cechi di tradizione

Hotel Imperial
Scarica la guida e la brochure
27. 3. 2014

Tornate ai tempi in cui le signore non uscivano per strada senza guanti e senza cappello!

In questi ultimi secoli Praga e le città termali attirano molti visitatori. Molti alberghi hanno perciò una lunga tradizione e nel 2014 uno dei più affascinanti alberghi art déco celebra ben 100 anni dal giorno della sua apertura. Scoprite la storia di quelli più grandi e più lussuosi!

Un damerino di cent’anni

L’Hotel Imperial di Praga celebra quest’anno i 100 anni dall’apertura. L’Hotel Imperial, albergo a cinque stelle, si trova nel centro della città a un paio di minuti a piedi dalla Casa Municipale ed è un notevole esempio di stile architettonico art déco. Attualmente è rinomato soprattutto per l’ottimo ristorante Café Imperial.

La storia del caffè e albergo Imperial risale all’inizio del XX secolo, quando sul luogo dell’odierno hotel Imperial si trovava la locanda U Černého orla (All’aquila nera). Nel 1914 dei noti albergatori praghesi, i fratelli Kolář, avevano venduto l’albergo Paříž (Parigi) e avevano comprato la locanda All’aquila nera, che avevano poi fatto demolire e al suo posto avevano costruito il moderno ed elegante hotel Imperial. L’esterno in stile art déco con leggeri elementi cubisti è stato completato con una decorazione a mosaico negli interni in tardo stile Liberty.

Subito dopo la sua apertura nel 1914 l’Imperial era diventato un posto molto ricercato per gli incontri d’affari e per quelli romantici. All’Imperial andava a prendere il caffè lo scrittore Franz Kafka e il compositore Leoš Janáček vi aveva abitato.

Nel 2007 sono stati completati i vasti lavori di ristrutturazione, che sono stati compiuti con grande rispetto per il mantenimento della concezione architettonica originale. Uno dei motivi è costituito tra l’altro dal fatto che l’Hotel Imperial fa parte del complesso di edifici storici di Praga iscritti nell’elenco UNESCO.

Un grand hotel nel ruolo di protagonista

Per tutto il XIX secolo Karlovy Vary ha conosciuto un’enorme fioritura. Alle terme andava a curarsi l’élite del mondo di allora. Dalle famiglie reali fino ai grandi industriali e agli artisti di primo piano. La famiglia Pupp svolgeva attività imprenditoriali nella città già a partire dal 1701, ma l’albergo neobarocco in quanto tale era stato creato ristrutturando degli edifici minori a cavallo tra il XIX e il XX secolo. Autori del progetto erano stati i noti architetti viennesi Ferdinand Fellner e Hermann Helmer. Tra le loro opere c’erano ad esempio anche il Colonnato delle sorgenti (Vřídelní kolonáda) oppure l’edificio del teatro di Karlovy Vary. Poco prima dell’inizio della II guerra mondiale i Pupp erano riusciti a comprare l’ultimo degli edifici necessari, la cosiddetta Casa Occhio di Dio (Dům Boží oko), oggi Café Pupp.

Il lussuoso complesso, ricercato da re, imperatori, artisti, compositori e attori celebri, continua ad essere uno tra i più famosi alberghi d’Europa. Se siete dei patiti di cinema, senza dubbio vi interesserà sapere che il Grandhotel Pupp è apparso varie volte sul grande schermo. Tra i film più noti possiamo menzionare L’ultima vacanza con Gérard Depardieu, il film di James Bond Casino Royale con Daniel Craig nel ruolo di protagonista oppure il film biografico Edith Piaf.

Ogni estate il Grandhotel Pupp si anima con l’arrivo del Festival internacional del cine Karlovy Vary. Gli ospiti principali del festival, che sono le attuali stelle del cinema, vengono alloggiati nelle stanze migliori.

I vostri preferiti