Praga vive in stile liberty

Municipal House
Scarica la guida e la brochure
27. 8. 2013

Verrete trasportati al tempo che più di ogni altro ha lasciato la propria impronta sulla cultura ceca.

Date un’occhiata sotto il velo di mistero, che cela l’arioso stile liberty! Si aprirà ai vostri occhi un’epoca di scoperte rivoluzionarie, di un progresso tecnico fantastico e della nascita della società moderna. Nella Repubblica Ceca quest’anno accadrà un fenomeno interessante, poiché diverse gallerie d’arte e musei organizzeranno esposizioni di notevole qualità, che avranno un tema comune: lo stile liberty. Gli amanti dell’arte potrebbero definire senza esagerare il 2013 come l’Anno dello stile liberty.

Ispirazione di Mucha

Forse il più famoso esponente ceco dello stile liberty è indiscutibilmente Alfons Mucha (1860 – 1939). Questi era attivo non solo nel territorio della Cechia contemporanea, ma anche a Vienna, Parigi e negli Stati Uniti. Sono stati innanzitutto i manifesti, nei quali veniva raffigurata Sarah Bernhardt, attrice francese dalla bellezza eterea, a renderlo celebre in tutto il mondo. Le riproduzioni di suoi disegni, quadri e decorazioni fanno, tutt’oggi, parte integrante di molte case. Ivan Lendl, famoso tennista di origine ceca e ammiratore di Alfons Mucha, una volta cessata la sua carriera professionale, ha deciso, con l’aiuto di Jiří, figlio di Mucha, di creare una collezione compatta dei suoi manifesti più famosi. La collezione si può attualmente vedere per la prima volta in assoluto nella storia fino alla fine del mese di luglio presso l’Obecní dům, la “Casa comunale di Praga”. Si tramanda, che Mucha durante la propria vita abbia creato complessivamente 154 manifesti, e all’esposizione ci sarà permesso di vedere ben 151 originali, pertanto, se volete vedere con i vostri occhi la genialità delle opere di Mucha, avete un’occasione unica.

Stile liberty europeo e ceco

Se non riuscite a raggiungere Praga entro la fine del mese di luglio, non disperatevi. L’Obecní dům, perla dell’architettura in stile liberty, riaprirà il 1 novembre. L’esposizione di lunga durata denominata Stile liberty europeo e ceco, organizzata dal Museo di arti decorative, fa parte di un ciclo di esposizioni globali e collezionistiche. Il tema principale è costituito dalla produzione artistica scaturita a cavallo tra l’Ottocento e il Novecento, in particolare dalle arti applicate di questo periodo. L’intera esposizione è compresa in un arco di tempo che va dal 1890 al 1914, epoca alla quale  risale anche la costruzione dell’Obecní dům stesso. In tal modo potrete ammirare non solo la bellezza degli oggetti esposti, ma anche gli interni dell’epoca, perfettamente conservati. L’asse dell’esposizione è data dallo sviluppo della società e dello stile di vita e transita all’ambito della filosofia, della sociologia e delle scienze naturali. Nel corso dei tre anni, durante i quali l’esposizione resterà aperta, gli oggetti esposti verranno avvicendati, pertanto, non esitate a visitarla anche più d’una volta.

Epopea slava

Alfons Mucha per quasi 15 anni della sua vita si è dedicato alla pittura di venti tele di grande formato note col titolo complessivo di Epopea slava, nelle quali ha riassunto la storia dei cechi e di altri popoli slavi. L’intera opera è semplicemente monumentale. La maggior parte dei quadri ha dimensioni 6 x 4 metri, pertanto è stato molto difficile trovare a Praga un posto, in cui potessero essere esposti tutti insieme. Dal 2012 possiamo finalmente vederle nella sala del Palazzo delle Esposizioni, cioè del Palazzo delle fiere, che appartiene alla Galleria nazionale.

Stile liberty en plein air

Praga stessa è piena di costruzioni, che si collocano tra gli esempi maggiori dell’architettura in stile liberty. Allora, se preferite l’aria fresca, di certo non potete tralasciare l’Obecní dům, i palazzi di via Pařížská, la villa di Bílek, oppure il Grand hotel Evropa in piazza Venceslao. Vorreste portarvi un po’ di stile liberty a casa vostra? Nessun problema! Moser, ditta vetraria con oltre 150 anni di tradizione, a tutt’oggi produce alcuni prodotti, il cui disegno in stile liberty non è affatto cambiato dai tempi in cui Mucha dipingeva i suoi quadri.

I vostri preferiti