Gesù Bambino di Praga

22. 7. 2013

Fatevi esaudire un desiderio dal Gesù Bambino di Praga

La chiesa di Maria Vergine Vittoriosa nel Quartiere Piccolo al primo sguardo suscita nel visitatore una sensazione di sobrietà, austerità. I suoi interni, però, nascondono un tesoro ammirato da milioni di persone in tutto il pianeta. Alla deliziosa statuetta conosciuta nel mondo come “Gesù Bambino di Praga”, ogni giorno rendono omaggio centinaia di fedeli cattolici. Vengono a chiedere un aiuto in caso di malattie, a pregare per la pace, alcuni si rivolgono a lui perché desiderano avere un bambino, altri ritornano per ringraziarlo per il desiderio esaudito. Venite a vedere la chiesa con il Gesù Bambino di Praga, chissà se anche i vostri desideri segreti non si avverino!

La statuetta di cera, alla quale vengono attribuiti poteri miracolosi, proviene dalla Spagna. La leggenda narra che la fece realizzare un certo frate a cui Gesù apparve come bambino. A Praga il Gesù Bambino fu portato da Maria Manrique de Lara, duchessa spagnola che sposò un nobile signore boemo. Sua figlia, dopo che rimase vedova, regalò la statuetta al monastero dei Carmelitani scalzi presso la chiesa di Maria Vergine Vittoriosa.

Una piccola statuetta di grande importanza

La statuetta del Bambino di Praga stupisce per le sue dimensioni. Nonostante sia alta soli 45 centimetri, la sua importanza va oltre il territorio nazionale della Repubblica ceca. In modo più assoluto viene venerata soprattutto nei paesi dell'Europa meridionale, in America Latina, ma anche nelle Filippine, dove quattrocento anni fa ebbe un ruolo importante nella loro unificazione. Una copia del Bambino di Praga, regalata ai missionari locali, aiutò a realizzare un idolo comune che contribuì a raggiungere l’obiettivo desiderato.

Quale vestitino vi piace di più?

A Pasqua bianco, per l’Avvento viola, la domenica di Pasqua rosso – sono questi i colori di una sessantina di vestitini che possiamo vedere sul Bambino di Praga nell’arco di un anno. Quello più bello è tempestato di perle, d’oro e di diamanti, altri vestitini provengono per esempio dalla Cina o dal Vietnam. Il museo locale ne conserva uno ricamato dall’imperatrice Maria Teresa in persona. Una delle tre coroncine fu regalata al Bambino di Praga dal papa Benedetto XVI.

Centinaia di anni di fede e speranza

Girovagando per le viuzze tortuose del Quartiere Piccolo (Malá Strana), trovate un attimo di tempo per rendere omaggio alla statuetta che ormai da centinaia di anni aiuta la gente attraverso i continenti. Che le leggende sul più importante luogo di pellegrinaggio di Praga siano vere o meno, la visita alla chiesa e al Bambino di Praga vi riempirà di pace interna e vi regalerà la sensazione che le cose andranno nel verso giusto.

I vostri preferiti