Ossario di Sedlec presso Kutná Hora

Kutná Hora - cappella di Ognissanti a Sedlec
19. 7. 2013

Alla scoperta dei sotterranei misteriosi dell’ossario di Sedlec!

La medievale cappella gotica da centinaia di anni custodisce i resti di quarantamila persone come un silenzioso memento della temporalità della vita umana e dell’esistenza della morte. La bizzarra decorazione del famoso ossario di Sedlec alle porte di Kutná Hora, sotto forma di lampadari, piramidi, croci e stemmi, continua a stupire i visitatori che arrivano da tutto il mondo. Venite anche voi a scoprire la storia di un affascinante luogo – uno dei luoghi mistici della Repubblica ceca.

L’ossario è situato nella cappella sotterranea della chiesa di Ognissanti sita presso il cimitero dell’abbazia dei cistercensi. La chiesa è composta da due cappelle sovrapposte l’una sull’altra, quella inferiore custodisce un agghiacciante spettacolo di vita e morte, un luogo controverso che ancora oggi desta umiltà e stupore.

Un pezzo di Terra Santa nel cuore d’Europa

La leggenda narra che uno degli abbati, che fece un viaggio a Gerusalemme, disperse nel cimitero locale del terriccio proveniente dalla Terra Santa. In questo modo il cimitero divenne il più antico camposanto dell’Europa centrale. Il fatto suscitò grande interesse nelle persone che volevano essere seppellite proprio in questo luogo. Dopo un’epidemia di peste e le guerre ussite ci furono seppelliti circa quarantamila morti. Più tardi la chiesa fu distrutta da un incendio e lasciata al suo destino.

La straordinaria bellezza della decorazione macabra

Fu il genio dell’architettura barocca, Jan Blažej Santini Aichel, a regalare al luogo nuova vita, facendo ristrutturare l’ossario nello stile per lui tipico – il gotico-barocco. L’evento più importante nella storia di questo luogo fu però l’opera di un certo František Rint, maestro costruttore del casato degli Schwarzenberg. Proprio grazie a lui, ancora oggi potete ammirare la straordinaria decorazione della cappella inferiore, costituita da teschi e ossa umane, tutte disinfettate, liberate dalla calce e composte con cura e maestria in forme e figure che non trovano eguali da nessun'altra parte in Europa.

Chi osa entrare nell’ossario di notte?

Durante la visita all’ossario di Sedlec avrete la straordinaria possibilità di vedere l’imponente lampadario, croci, calici, cibori e il magnifico stemma del casato degli Schwarzenberg creato con le ossa umane. Vale la pena di studiare il particolare del turco a cui un corvo cava l’occhio. Se volete vivere un’emozione irripetibile, in estate potete visitare l’ossario anche di notte, quando quest’originale struttura è immersa nel buio ed illuminata soltanto dalla luce del fuoco che fiammeggia sullo sfondo con migliaia di resti umani. A Sedlec non fatevi sfuggire nemmeno la cattedrale dell’Assunzione della Vergine Maria, di recente ristrutturazione, a due passi dall'ossario. Insieme alla meravigliosa chiesa gotica di Santa Barbara fa parte dei più importanti monumenti storici della storica città di Kutná Hora, iscritta nella Lista del patrimonio dell’UNESCO.

I vostri preferiti