Chateau Hrádek u Nechanic

14. 5. 2013

Nonostante la villa, nascosta tra i boschi, abbia l’aspetto di un’antica residenza inglese, nacque solo a metà dell’800 appartenendo così tra le dimore nobiliari più giovani della Repubblica Ceca

La fece costruire il conte František Arnošt di Harrach avendo esaudito in questo modo il suo desiderio romantico di riportare alla luce la gloria sbiadita della sua famiglia ricordando il suo passato cavalleresco. Per costruirla fu ispirato dai suoi viaggi in Inghilterra.

Un po’ di storia

Anche l’arredamento della villa doveva suscitare l’atmosfera dei racconti cavallereschi. Con quest’obiettivo il conte fece portare qui dall’estero, soprattutto dall’Austria e dall’Italia, moltissime antichità. Comprava di tutto, anche portoni interi, soffitti o arredi completi di diverse stanze. Il suo sogno fiabesco però presto svanì: durante la guerra austro-prussiana nel 1866 nella villa fu istituito un ospedale militare, mentre dopo la seconda guerra mondiale la residenza fu confiscata agli Harrach.

L’architetto viennese Karl Fischer riuscì a creare l’illusione quasi perfetta di residenza medievale grazie all’armatura esposta nella Sala dei cavalieri, ai mobili d’epoca, ai quadri preziosi, alla carta da parati di cuoio di vitello dorato sulle pareti della Sala d’oro, ornamenti delle più belle e grandi stanze della villa.

I vostri preferiti