Miti e leggende di Praga

Vyšehrad - rotonda di S. Martino
30. 5. 2014

Miti e leggende della Praga magica

Le strade lastricate con pietre medievali, ombre lunghissime gettate dai lampioni, il vento che gioca con foglie colorate e le sagome tenebrose delle cattedrali gotiche – questa è Praga, città avvolta da numerosi miti e leggende della sua storia millenaria. Vi invitiamo a seguire le orme delle sue creature mitologiche che creano l’atmosfera unica della città sulla Moldava.

Il cavallo coraggioso e la scommessa del santo con il diavolo

Le leggende relative alla residenza dei principi di Boemia, Vyšehrad appunto, vengono tramandate di generazione in generazione già da secoli. Una di esse narra della condanna a morte di Horymír, che, per vendicarsi del re, bruciò diversi insediamenti uccidendo molte persone. L’astuto Horymír chiese come ultimo desiderio quello di cavalcare per l’ultima volta il suo fedele cavallo Šemík. Il cavallo bianco si slanciò per fare un grande salto, scavalcò le mura e scomparve con il suo cavaliere nel fiume Moldava salvandolo dalla condanna a morte.

Scoprite un luogo misterioso con un’atmosfera diabolica

Una delle più famose leggende praghesi è quella di Faust del quale si raccontava che avesse venduto l’anima al diavolo in cambio della promessa del sapere assoluto e dei piaceri mondani per 24 anni. Scaduto il periodo, una notte il diavolo lo andò a prendere e del dottor Faust rimase solo un buco nel soffitto di una delle camere. Nessuno riuscì a coprirlo, perché di notte ricompariva sempre. Ancora oggi, sulle pareti della casa della Città Nuova, possiamo vedere i simboli alchimici e gli affreschi raffiguranti per esempio la mitica Araba Fenice e il sistema solare.

C’è fuoco e fuoco

Passeggiando nel romantico parco di Petřín, non credereste che una volta c’era l’altare sacrificale, dove i sacerdoti pagani bruciavano le belle e giovani vergini per sacrificarle agli dei pagani. Nei tempi del governo del principe Boleslav l’altare fu distrutto e al suo posto costruita l'odierna chiesa di San Lorenzo. Ancora oggi si racconta che gli dei pagani compaiono qui assumendo l’aspetto di fuochi misteriosi. Non bisogna avere paura, però, visto che i fuochi dispongono di un potere magico e riescono a curare i reumatismi.

Chi trova il tesoro?

Seguite le tracce di un grande tesoro il cui segreto è nascosto dalla chiesa barocca più bella di Praga, la chiesa di San Nicola nel Quartiere Piccolo. Si dice che la sua chiave sia cifrata nel quadro la “Morte di San Saverio”. Guardatelo bene e può darsi che da Praga vi portiate via molto di più che soltanto bei ricordi! Chi non conosce il famoso astronomo Tycho de Brahe? La leggenda narra che fece una brutta fine. Morì a causa di un blocco renale non essendo riuscito ad alzarsi da tavola prima che lo facesse l’imperatore, perché non era consentito dal protocollo della corte imperiale. La sua tomba è visitabile nella chiesa di Týn in Piazza della Città Vecchia.

I vostri preferiti